Sanremo 2021, ecco tutti i possibili big in gara

“Sono già arrivate 300 canzoni e un centinaio sono davvero belle. C’è di tutto e di ogni genere. So già che avrò l’imbarazzo della scelta”: sono queste le dichiarazioni di Amadeus a pochi giorni dall’annuncio dei Big in gara nella prossima edizione del Festival di Sanremo. Partiamo dicendo che la lista – da svelare il 17 dicembre in diretta su Rai1 durante la finalissima di Sanremo Giovani – sarà facilmente allungata da 20 a 24 artisti, e che, come l’anno scorso, ci sarà una decisa apertura alle nuove tendenze e un occhio di riguardo ai nomi acchiappastreaming che si sono presentati.

Seguendo questo discorso è quindi praticamente certa la presenza della vincitrice di Amici 19, Gaia, come quelle di Random, tra i protagonisti della scorsa estate con “Sono un bravo ragazzo un po’ fuori di testa”, e Mr.Rain, che aveva già provato l’anno scorso a salire sul palco dell’Ariston con “Fiori di Chernobyl”, poi diventata una delle canzoni più vendute del 2020: sarebbero tutti e tre al debutto come Aiello, al Festival per la definitiva consacrazione dopo svariati successi.
Sembra invece raffreddata la pista che porta a Madame: la sua etichetta Sugar Music, che solitamente manda un solo artista in gara, quest’anno sembra voler puntare tutto sul ritorno di Malika Ayane con un brano firmato da Pacifico.
Dalla scena indie le scommesse dell’edizione dovrebbero essere Fulminacci e Margherita Vicario, viva per entrambi anche l’ipotesi duetto: l’ex Canova Matteo Mobrici per il primo, Cosmo o Mecna o Selton per la seconda.
Dalla stessa sfera paiono però notevoli anche le candidature di Giò Evan, artista poliedrico che si divide tra la scrittura e la musica e che ha da poco firmato con la major, Marco Guazzone, che dopo le nomination ai Grammy e ai David di Donatello è forte della produzione di Elisa, e quelle de La Rappresentante di Lista o Coma Cose: una delle due band potrebbe strappare un posto a sorpresa e affiancare così i due gruppi che sembrano già nel cast, The Kolors e Maneskin. Più indietro invece Lo Stato Sociale, che non hanno ripetuto con le successive proposte il successo di “Una vita in vacanza” e si preferirebbe scommettere su altri nomi.
Buone possibilità infine per il cantautorato dialettale di Mannarino, che uscirà con un nuovo album nel 2021 e ha annunciato un tour nei Palasport.

Dopo molti debutti, Sanremo 2021 dovrebbe però segnare il ritorno di alcuni artisti a cui il Festival negli ultimi anni ha dato molto: Achille Lauro e Elodie, il primo sarebbe al terzo consecutivo mentre l’interprete romana al secondo, Annalisa che dopo diverse collaborazioni potrebbe essersi presentata in coppia proprio con Lauro e che ha l’ultimo album “Nuda” – andato male – da rilanciare, Ermal Meta, che proverà a bissare la vittoria del 2018 con il collega Fabrizio Moro (alcune voci parlano anche di lui: ha appena pubblicato una raccolta contenente solo due inediti anche se inizialmente ne erano stati annunciati quattro, e sembra che Amadeus l’abbia invitato) e che non sarà l’unico già vincitore tra i Big in gara: voci insistenti portano a Francesco Renga, pronto a ritornare con una ballad molto forte dopo la fredda partecipazione del 2019 con “Aspetto che torni”.
Loro due rappresenterebbero il cantautorato più tradizionale che dovrebbe essere allargato ad altri 2-3 posti: i più avanti sembrano Max Gazzè, Gianluca Grignani e Alex Britti.
Il colpo è però Luca Carboni: come Piero Pelù, non è mai salito sul palco dell’Ariston in 40 anni di carriera; come Piero Pelù, è stato convinto da Amadeus.
Tradizione melodica che difetterà più tra le donne: infatti le interpreti che hanno brillato negli anni ’10 non sembrano incontrare il gusto di Amadeus. E quindi, oltre a Malika Ayane e Annalisa, potrebbe spuntarla solo Noemi. Ancora qualche speranza per Anna Tatangelo, con la sua nuova strada in bilico tra urban e trap, e Giusy Ferreri che un brano l’ha presentato ma che ormai è vista come una cantante da tormentoni e a Sanremo non ha mai brillato. Si è già chiamata invece fuori, come precedentemente fatto da Max Pezzali e Fiorella Mannoia, Bianca Atzei: è al lavoro su un nuovo progetto che svelerà a breve ma ha deciso di non presentare alcun brano per Sanremo. Stessa scelta fatta da Chiara Galiazzo, nonostante un disco poco fortunato pubblicato in estate.
Mentre, se il direttore artistico volesse riservare anche quest’anno un posto al trash (Elettra Lamborghini docet), c’è in ballo la candidatura di Myss Keta e potrebbe sorprendere quella di Baby K al lavoro su un nuovo album.

Per quanto riguarda invece i volti più giovani del pop al maschile è dentro sicuramente Michele Bravi dopo innumerevoli rinvii del suo nuovo album, mentre Amadeus potrebbe tenersi un posto per uno degli artisti lanciati l’anno scorso a Sanremo Giovani. Pare oggi più fredda la pista Leo Gassmann che non ha brillato nelle vendite nonostante la vittoria dell’anno scorso e diverse ospitate, mentre sembra più calda quella di Fasma. Posizioni difficili invece quelle di Fede (Federico Rossi di Benji & Fede) e Irama: il primo potrebbe preferire prima la strada del tormentone estivo per l’esordio da solista, il secondo potrebbe anche non essersi presentato. Così come Tommaso Paradiso: è chiaro che se la canzone ci fosse siano entrambi già dentro, ma la canzone c’è?
Per quanto riguarda la quota “evergreen”, occupata l’anno scorso da Rita Pavone, quest’anno dovrebbe toccare a un uomo: il favorito sembra Amedeo Minghi ma ci sono in corsa anche i Nomadi, che pubblicheranno un nuovo album nel 2021 e che hanno appena firmato un contratto con la BMG.
Nutrono infine ancora qualche speranza Bugo, che ha presentato un brano e vuole prendersi una rivincita dopo il “Morgan e Bugo gate” che gli è costato la squalifica, il duo formato da Colapesce e DiMartino che vogliono pubblicare una riedizione del loro album uscito in estate, gli Zero Assoluto al lavoro su un greatest hits con diversi duetti, e Ghemon, anche lui con un album da rilanciare.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: