FUORI ORA: le pagelle ai nuovi singoli (4 giugno 2021)

ELETTRA LAMBORGHINI – PISTOLERO
Quando pensavi che ogni limite fosse già stato superato, ecco che arriva Elettra Lamborghini a cantare con la voce di Baby K. Insomma, a questa canzone manca solo di inserire nel video un pagliaccio con le sembianze di quello di “It” per diventare il riassunto di tutti i nostri peggiori incubi.
A Elettra va dato però senz’altro un grande merito: con il passaggio “Nessuno attorno, sembra Sahara” ha sintetizzato, con estrema efficacia, la sua condizione se il pubblico medio italico avesse un minimo di buon gusto. Per questo, un punto in più.
VOTO: 1

EMMA & LOREDANA BERTÈ – CHE SOGNO INCREDIBILE
Non è stata presentata come una hit estiva e questo, visti i nomi coinvolti, faceva pensare a un pezzo rock. La partenza con il cantato di Emma è invece da atmosfere chill appesantite poi dall’ingresso della Bertè, necessario per una canzone che avrebbe altrimenti rischiato poca incisività e che alla fine non si rivela il miglior vestito per entrambe, ma si fa ascoltare.
VOTO: 6,5

GAZZELLE FEAT. MARA SATTEI – TUTTECOSE
Una collaborazione che all’inizio ha fatto storcere un po’ il naso: difficile trovare punti d’incontro tra uno dei cantautori più malinconici in circolazione e la voce del nuovo hip-hop/urban. L’amalgama tra le due voci invece è riuscito, e ci mostra finalmente una Mara Sattei in atmosfere diverse, da tramonto estivo, da quelle del fratello ThaSupreme.
VOTO: 7

GIGI D’ALESSIO – ASSAJE
Continua nell’opera di ringiovanimento della sua proposta con questo brano in dialetto napoletano che utilizza synth e tastiere anni ’80. Manca un po’ di mordente, ma lui si dimostra sempre abile nell’adattarsi a mondi musicali apparentemente molto lontani dal suo.
VOTO: 6

MADAME – MAREA
Parole buttate a caso, un miscuglio di sonorità scollegate tra loro e il solito suo problema nello scandire le parole rendono il tutto un mix caotico, rumoroso e confuso. In pratica, è più facile capire un discorso di Luca Giurato.
VOTO: 3

NOEMI FEAT. CARL BRAVE – MAKUMBA
Sembra più una canzone di Carl Brave che una di Noemi: è infatti lui a portarla nel suo mondo, e la “Rossa” ci sta benissimo. Fischiettii, cadenze romanesche, mood scanzonato, e un ritmo irresistibile che incrocia modernità e vintage, distinguendosi da tutte le altre proposte estive.
VOTO: 7,5

ROCCO HUNT & ANA MENA – UN BACIO ALL’IMPROVVISO
C’è un film che si intitola “Ricomincio da capo” in cui il protagonista, rimasto intrappolato in un circolo temporale, vede scorrere inesorabilmente ogni giornata allo stesso modo della precedente. E la stessa cosa evidentemente è successa anche a Rocco Hunt e Ana Mena, che non si sono accorti di aver lanciato lo stesso brano dell’estate scorsa: stesse sonorità, stesso mood, stesso argomento. E lo stesso finale per l’ascoltatore: dopo tre ascolti, ti trasformi in Germano Mosconi.
VOTO: 4,5

SHADE – IN UN’ORA
È una canzone figlia di queste ultime estati: commerciale al massimo e con sonorità sentite e risentite. A lui però va dato atto di esser riuscito a trovare una sua importante collocazione nella stagione più calda senza legarsi ai soliti noti e senza battage pubblicitari e radiofonici: le sue proposte non nascono tormentoni perché qualcuno lo decide preventivamente, ma lo diventano grazie al pubblico. E in epoca di imposizioni questo lo rende un’eccezione. Ora però vogliamo un extra-beat, che in quello il suo talento è fuori discussione e sarebbe per lui un peccato limitarsi solo alle hit estive.
VOTO: 6

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: